place


Menu


Ultimo aggiornamento 7 Giugno 2013 

Seve Sospizio

1908 - 1962

Biografia

seve-sospizio
Severino Sospizio, in arte Seve, nasce a Perugia nel 1908. A causa del lavoro del padre vivrà in diverse città italiane fino al 1926, anno in cui, trasferitosi definitivamente a Firenze, inizierà il suo percorso personale e artistico.
Nonostante le ristrettezze economiche che non gli permetteranno neppure di possedere un proprio studio, Severino studiò i grandi maestri, si esercitò nel disegno al museo della "Specola" e, seguendo una tradizione bohèmienne diffusa in Europa, frequentò vari caffè della città eleggendoli a luogo di studio e realizzando "schizzi" dal vero.
I primi dipinti conosciuti risalgono alla fine degli anni venti e la prima esposizione al 1934 presso la Sindacale Fiorentina.
Conferma della sua maturazione artistica, arriverà nel 1945, ad una personale realizzata alla Galleria "Firenze", quando uno dei quadri esposti verrà acquistato per la Galleria d'Arte Moderna di Firenze (I Guitti, olio su tela - 158 x 158 cm).

Prediligendo soggetti quali i paesaggi e la grande composizione figura, con tematiche allegoriche e sociali, Severino concentrerà una significativa attenzione alla realizzazione di diversi autoritratti dimostrando le sue abilità tecniche e una mirabile sensibilità artistica;
"L'Autoritratto" del 1943 appartiene oggi alla collezione della Galleria degli Uffizi di Firenze.
Fino alla sua morte, avvenuta prematuramente nel 1962, Seve continuerà a realizzare le proprie opere visitando e ritraendo diverse località italiane (Venezia, coste toscane, paesaggi umbri).
Successivamente alla sua scomparsa, molte saranno le retrospettive realizzate, sia da privati sia da enti pubblici, per celebrare e volgare le sue opere facendo si che, ad oggi, siano ammirabili in diverse Pinacoteche pubbliche nonché parte di molte collezioni private, italiane e estere.


Opere


Mostre



footer